Breaking news

Sei in:

Relazione 2012. Nella pubblica amministrazione sanzioni da 2,8 miliardi

La Corte dei conti nel 2012 ha emesso sanzioni in materia di danno di reato per un totale di 2,8 miliardi di euro. Al primo posto, su un totale di 255 condanne inflitte, si posiziona la truffa e il falso (con il 39,2% delle sentenze), seguita dalla corruzione (22,7%), dal peculato e dall’appropriazione indebita (22,4%).

I dati sono contenuti nella relazione scritta del procuratore generale, Salvatore Nottola, diffusa in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario 2013, che riporta il consuntivo sull’attività svolta dalle procure regionali.

Sono 34.463 le denunce pervenute nel 2012, che si vanno a sommare a 74.687 vertenze pendenti, per un totale di 109.150 atti sottoposti all’attenzione della magistratura contabile. Sottraendo le archiviazioni effettuate nel corso dell’anno resta ancora una giacenza di 74.977 documenti, mentre sono state 17.235 le richieste di istruttorie.

Complessivamente sono state emesse 1.297 citazioni di cui ai primi posti si posizionano: le segnalazioni per danno da attività contrattuale (167), per danno al patrimonio (147), per il personale (137). Rispetto all’anno precedente si registra un incremento dell’11,6%.

Passando alle citazioni distinte per settori, secondo la Corte dei conti risultano emesse 128 segnalazioni in materia sanitaria, per un importo complessivo pari a 53,8 milioni di euro. Le citazioni emesse in materia di società partecipate, invece, sono state 64 per un importo di 48,6 mln. Le citazioni emesse dalle procure regionali in materia di danni da reato sono state complessivamente 317 (in aumento del 30,4% rispetto alle 243 del 2011) per un importo di euro 215.568.503, di cui 214.026.850,00 per danno patrimoniale ed euro 1.541.653,00 per danno all’immagine.

Secondo le tabelle contenute nel documento, gli importi conseguiti a sentenze di condanna di primo grado in materia di responsabilità ammontano a 3,2 miliardi di euro, con un incremento di 2,8 miliardi rispetto ai risultati raggiunti nel 2011. Le sentenze arrivate dalle corti d’appello sono state 31, mentre nel 2011 e nel 2010 ne sono state trasmesse rispettivamente 39 e 91.

ItaliaOggi – 10 febbraio 2013

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top