Sono stati pubblicati dal MINSAL due nuovi rapporti relativi ai contaminanti e tossine agricole.

Monitoraggio per contaminanti agricoli e tossine vegetali

Il primo rapporto pubblicato riguarda il Piano nazionale di monitoraggio (alimenti) per contaminanti agricoli e tossine vegetali naturali non inclusi nel regolamento (CE) n. 1881/2006. Anni 2020-2021.

Il piano nazionale di monitoraggio è volto alla sorveglianza dei contaminanti agricoli e delle tossine vegetali naturali non regolamentati dal 1881/2006 o di alimenti non inclusi nel regolamento per i contaminanti agricoli (micotossine, nitrati) e le tossine vegetali.

La raccolta di dati, a livello nazionale, sui livelli di presenza di contaminanti e tossine consente di valutare i rischi di esposizione della popolazione, di definire la prevalenza di specifici pericoli e di assolvere i debiti informativi nei confronti dell’Unione Europea e i dati sui campionamenti e analisi sono inseriti dai laboratori ufficiali nel sistema NSIS Alimenti, flusso informativo denominato “VIG00MON”, del Ministero e devono essere trasmessi all’EFSA.

Il rapporto sul monitoraggio di tali sostanze è stato redatto considerando 798 campioni distribuiti sul territorio nazionale dei quali sono stati fatti controlli su 4 sostanze chimiche e 7 gruppi di sostanze chimiche.

Per i contaminanti agricoli, le tossine vegetali e i relativi alimenti, oggetto di monitoraggio, non risultano ancora definiti limiti massimi nel regolamento (CE) n. 1881/2006. Al fine di garantire la sicurezza degli alimenti in commercio, anche se non regolamentati, è necessario valutare la sussistenza di rischi (art. 14 del regolamento CE n. 178/2002) per i consumatori e, pertanto, si è indicato alle Autorità competenti di servirsi del sistema informatico RACE (rapid assessment contaminat exposure) reso disponibile dall’EFSA su richiesta della Commissione UE.

Dal rapporto emerge che nel 2020 risultano presenti nel sistema dati sul campionamento e analisi per 333 campioni rispetto ai 798 programmati per il biennio 2020-2021 e per ulteriori campioni di alimenti non previsti dal piano nazionale. Sono emersi aspetti, relativi alla raccolta di dati e all’uso del sistema RACE, che richiedono azioni di coordinamento al fine di migliorare l’accuratezza dei dati nonché l’implementazione del sistema RACE. I dati di monitoraggio sono, altresì, sottoposti alla valutazione dei rischi di esposizione dell’Istituto Superiore di Sanità.

Per consultare il documento completo e visionare i dati sul monitoraggio delle singole sostanze cliccare qui. 

Controlli ufficiali sui contaminanti e tossine vegetali negli alimenti

Il secondo rapporto pubblicato dal Ministero della Salute riguarda il piano nazionale in tema di controlli ufficiali dei contaminanti agricoli e tossine vegetali negli alimenti.

Il piano nazionale di controllo ufficiale si prefigge di armonizzare a livello nazionale, le attività di campionamento e analisi con l’obiettivo di verificare la conformità ai limiti massimi imposti dal Reg. 1881/2006, al regolamento UE n.126/2017 e al decreto ministeriale 4 novembre 2019 sul tetraidrocannabinolo totale, di disporre di dati utili per la valutazione dell’esposizione a tali contaminanti e alle tossine vegetali, alcuni dei quali classificati dalla IARC come cancerogeni (aflatossine, gruppo 1) e possibili cancerogeni (ocratossina A, gruppo 2B; fusariotossine, gruppo 2B) per l’uomo, nonché di adottare provvedimenti volti a ridurre l’esposizione.

Per consultare il documento completo e visionare i dati relativi ai controlli ufficiali delle singole sostanze cliccare qui.

Fonte: Ruminantia