Breaking news

Sei in:

Porta cane ferito Pronto Soccorso, ma medici non lo soccorrono

E’ successo al pronto soccorso dell’ospedale «Vittorio Emanuele» di Gela. Il proprietario chiama i carabinieri per presunta «omissione di soccorso»

Un imprenditore di 55 anni si è presentato al pronto soccorso dell’ospedale «Vittorio Emanuele» di Gela, tenendo in braccio il suo cane, uno Yorkshire, sanguinante, che era stato aggredito da un branco di randagi, ed ha chiesto che l’animale venisse medicato.

Ma i medici si sono rifiutati di curare il cagnolino di piccola taglia facendo notare di non trovarsi in un ambulatorio di veterinaria. Il proprietario del quadrupede si è allora infuriato e ha telefonato ai carabinieri, denunciando una presunta «omissione di soccorso verso un essere vivente». «Almeno fategli un’antirabbica» ha gridato più volte.

Solo quando un infermiere gli ha fornito il numero di telefono di un veterinario, che si è detto immediatamente disponibile, l’imprenditore si è calmato. Ai medici ha detto: «Cercate di capirmi, il mio Pit (è il nome del cane ferito) rischia di morire. Dovrebbero creare dei pronto-soccorso per gli animali!» Allo Yorkshire sono stati applicati 4 punti di sutura al collo. Guarirà in 12 giorni.

La Stampa – 20 marzo 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top