Breaking news

Sei in:

Riforma Madia. Ecco la bozza del dlgs sulla valutazione delle performance dei dipendenti. Si passa dai singoli alle performance complessive dell’ufficio

Ecco il testo dello schema di decreto legislativo sulla valutazione delle performance dei dipendenti passato al vaglio dell’ultimo Cdm. Il provvedimento modifica quanto già previsto dalla rifoma Brunetta (Dlgs 27 ottobre 2009, n. 150). La valutazione, nelle intenzioni del governo, si sposta dai singoli alle performance complessive dell’ufficio. Il dlgs sulla valutazione dei dipendenti

Ogni amministrazione pubblica è tenuta a misurare e a valutare la performance con riferimento all’amministrazione nel suo complesso, alle unità organizzative o aree di responsabilità in cui si articola e ai singoli dipendenti o gruppi di dipendenti. Gli organismi indipendenti di valutazione dovranno verificare l’andamento delle performance rispetto agli obiettivi programmati durante il periodo di riferimento e segnalare eventuali necessità di interventi correttivi. Viene riconosciuto, per la prima volta, un ruolo attivo dei cittadini ai fini della valutazione della performance organizzativa, mediante la definizione di sistemi di rilevamento della soddisfazione degli utenti in merito alla qualità dei servizi resi.

In dettaglio, nella misurazione delle performance individuale del personale dirigente, è attribuito un peso prevalente ai risultati della misurazione e valutazione della performance dell’ambito organizzativo di cui hanno essi diretta responsabilità.

Si prevede un coordinamento temporale tra l’adozione del Piano della performance e della Relazione e il ciclo di programmazione economico-finanziaria. Infine ­sono introdotti nuovi meccanismi di distribuzione delle risorse destinate a remunerare la performance, affidati al contratto collettivo nazionale, che stabilirà la quota delle risorse destinate a remunerare, rispettivamente, la performance organizzativa e quella individuale e i criteri idonei a garantire che alla significativa differenziazione dei giudizi corrisponda un’effettiva diversificazione dei trattamenti economici correlati.

Il Sole 24 Ore sanità – 1 marzo 2017 

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top