Sei in:

Sono sei milioni gli animali in condominio

In Italia sono circa sei milioni gli animali domestici che vivono con le famiglie che risiedono nei condomini con più di quattro appartamenti. Complessivamente si tratta di circa il 40% degli animali domestici presenti in Italia (esclusi i pesci).

Nei condomini italiani vivono circa 3,1 milioni di cani, 2,1 milioni di gatti (esclusi i gatti di colonia) circa 500.000 uccellini di appartamento, 150.000 tartarughe (la maggior parte di acqua ma sono presenti anche quelle da terra) e 150mila tra conigli d’affezione ed altri animali esotici (furetti, gallinelle, iguane ed altri animali).

Nel corso del 2010 le liti condominiali a causa di animali sono state oltre 400.000 il 70% delle quali hanno visto protagonisti i cani (abbaio, uso degli ascensori, gestione spazi di condominio e cani rumorosi con i vicini) il 25% ha interessato i proprietari di gatti (pipì ed escrementi non puliti, attraversamento di spazi privati, maltenuta di spazi comuni dove i gatti mangiano o giocano e mancata raccolta degli escrementi negli spazi comuni) solo il restante 5% ha interessato proprietari di altri animali: Dall’analisi delle vendite di animali domestici fatti su cento negozi specializzati sparsi in Italia i proprietari di animali che vivono in condominio su cento animali acquistati hanno cosi scelto: 43 cani (media e piccola taglia in prevalenza), 17 gatti, 14 tartarughe, 11 conigli nani, 9 uccellini o pappagallini e 6 altri animali esotici permessi. Rispetto all’anno passato cani e gatti sono scesi dal 66% al 60% aumentano conigli ed esotici mentre rimangono stabili le tartarughe.

Lo sportello online di AIDAA animalincondominio@libero.it, quest’anno ha registrato 32.000 richieste di consulenze con un incremento del 21% rispetto al 2009.

“Aumentano gli animali in condominio- ci dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA- oggi stimiamo che almeno 1 famiglia su 5 di quelle che vivono in condominio hanno un animale domestico, un dato importante se si pensa che cinque anni fa gli animali domestici erano presenti in una famiglia su 8,

ovviamente a farla da padrone sono ancora cani e gatti, ma come possiamo vedere dalle stime di vendita di questo 2010 dei negozi specializzati che abbiamo monitorati sono in aumento gli animali esotici ed in particolare i conigli nani. Questo mutamento di animali domestici che vivono nei condomini- ci dice Lorenzo Croce – produce la necessità anche più specifici adeguamenti dei regolamenti di condominio che fino ad oggi avevano preso in considerazione la presenza di animali limitata a cani e gatti. Per prendere in considerazione solamente le segnalazioni giunte alla nostra associazione rispetto allo scorso anno sono aumentate le litigate e le richieste di consulenza relativi canarini e pappagalli, conigli mentre sono in leggera diminuzioni le liti per i cani, stabili invece le richieste di consulenze relative a liti che hanno come protagonisti i gatti”.

La Gazzetta di Parma

20 dicembre 2010

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top