Breaking news

Sei in:

Spending review. Ecco emendamenti sanità. Ma fiducia sempre più probabile

La Commissione Bilancio del Senato ha pubblicato il fascicolo con tutti gli emendamenti all’art. 15 del decreto di revisione della spesa pubblica. Molte le proposte su tutte le materie. Ma la nuova impennata dello spread e il “contagio” spagnolo sembrano avvicinare sempre più l’opzione della fiducia.

La scadenza per la loro presentazione era giovedì scorso alle ore 12. Ma la Commissione Bilancio ha pubblicato solo venerdì il fascicoilo degli emendamenti alla spending review. In tutto circa 1.800 proposte da parte di tutti i gruppi, che ora rischiano però di non essere neanche esaminate nel dettaglio dal Parlamento.
 
La svolta che fa pendere la bilancia verso l’opzione del voto di fiducia è ancora una volta la crisi economica, caratterizzata proprio in queste ore da una recrudescenza dello spread con i Bund tedeschi (siamo a quota 500) e dal contemporaneo crollo della borsa di Milano. 
 
Lo stesso Monti è apparso molto preoccupato da quello che ormai tutti definiscono il “contagio” spagnolo, che sembra toccare in particolare proprio noi. Nonostante le tante miusure fin qui adottate dal Governo dei professiori. Ma che, evidentemente, non sembrano convincere i mercati che puntano ormai decisamente le scommesse su un possibile/probabile default dell’Euro.
 
In questa tempesta estiva che sembra una replica (ancora più minacciosa) di quanto accaduto esattamente un anno fa, il decreto sulla spending review potrebbe trovare una corsia rapida attraverso il ricorso alla fiducia. Del resto l’annuncio del Pd di ritirare il grosso dei suoi emendamenti, con l’invito agli altri partiti della maggioranza che appoggia il Governo a fare lo stesso, conferma questa ipotesi più di ogni altra valutazione di opportunità.
 
Se sarà fiducia o meno lo sapremo comunque all’inizio della settimana. Intanto vi alleghiamo il testo degli emendamenti presentati all’art.15 del decreto, quello concernente la sanità.

quotidianosanita.it – 21 luglio 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top