Breaking news

Sei in:

Aviaria. Veterinari lanciano l’allarme: “Servono investimenti adeguati o non potremo contrastare le emergenze”

Sono allo stremo i veterinari pubblici veneti. Le emergenze che si susseguono senza sosta. Dopo lo scoppio della Blue tongue il Veneto è al centro dell’epidemia di influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8, con quattro focolai confermati in allevamenti delle province di Venezia, Padova, Rovigo e Verona. Cui si aggiungono due casi nel Mantovano, nelle vicinanze del confine veronese, che hanno interessato con la zona di sorveglianza, e tutte le restrizioni che questo comporta, parte del territorio e delle aziende venete.

Uno scenario preoccupante, anche perché gli organici sono ridotti all’osso e il sovraccarico dei compiti determinato dalle emergenze sempre più serie e incalzanti non può rappresentare una garanzia di risposta efficiente. Per questo i veterinari del Sivemp Veneto invitano le istituzioni regionali ad “un confronto serio e costruttivo” anche perché “La posta in gioco è altissima per la salute dei cittadini e per l’economia di una regione leader a livello europeo per l’agroalimentare

Continua a leggere su Quotidiano Sanità 

22 febbraio 2017

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top