Breaking news

Sei in:

Casi di pseudopeste aviare in tortore dal collare in provincia di Arezzo. Misure contro il contagio e stop alla vendita dei volatili

A seguito delle segnalazioni di una moria di numerose tortore dal collare in zone urbane del Comune di Arezzo, i laboratori dell’Istituto Zooprofilattico Lazio e Toscana M. Aleandri, confermano che si tratta di “variante piccione del virus della Malattia di Newcastle”, meglio conosciuta come Pseudopeste aviare.

Nel nostro territorio, la malattia è presente nei volatili selvatici dal 2012 e la recrudescenza della mortalità nelle tortore, in questo periodo, è conseguente a fattori climatici che favoriscono la diffusione del virus in animali debilitati da altre forme respiratorie.

La Pseudopeste Aviare è propria delle specie avicole e non desta preoccupazione per l’uomo.

Per scongiurare il contagio nelle specie domestiche si consiglia, soprattutto negli allevamenti familiari, di evitare il contatto con uccelli selvatici o di provvedere alle opportune vaccinazioni.

L’Istituto Zooprofilattico, con i colleghi del servizio veterinario ASL 8 – Arezzo, sta monitorando costantemente l’evoluzione della malattia.

Ordinanza del sindaco di Lucignano Maurizio Seri in merito dopo la nota del servizio veterinario dell’Asl 8 di Arezzo del 12 marzo con la quale si è accertata la presenza del virus della pseudo-peste aviare nei cadaveri di tortore libere rinvenute morte nei pressi di Via della Concia.

Il Comune ordina:

– Di tenere in luoghi chiusi o recintati animali delle specie avicole da cortile.

– Di vaccinare gli animali, particolarmente quelli accasati (pulcini) con le modalità previste dalle normative veterinarie.

– Di effettuare frequenti disinfezioni nei pollai e nelle colombaie.

– Di avvertire il Servizio veterinario di qualsiasi caso di mortalità non riferibile a causa nota di avicoli.

– La sospensione della vendita di avicoli nei mercati settimanali.

– Di conferire, eventuali esemplari trovati morti, nell’apposito contenitore che il Comune ha messo a disposizione in luogo accessibile 24h su 24h presso l’oasi ecologica di loc. Fontanelle, posta di fronte al bivio per la località Giglio.

Il personale dell’ufficio Polizia Municipale è incaricato dello svolgimento degli adempimenti necessari ad assicurare la pubblicità e l’attuazione dell’ordinanza.

6 marzo 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top