Breaking news

Sei in:

Grecia: dipendenti pubblici lavoreranno 2,5 ore di più a settimana

Il nuovo disegno di legge che sarà approvato entro l’estate punta anche a tagliare 200 mila posti di lavoro

MILANO – Due ore in mezzo in più di lavoro alla settimana. Per gli impiegati pubblici greci. È quanto prevede un nuovo disegno di legge presentato in Parlamento dal ministro dell’Interno Giannis Ragusis, nell’ambito delle riforme strutturali decise dal governo e previste dal Memorandum firmato con Fondo monetario internazionale, Unione europea e Banca centrale europea per ottenere l’aiuto di 110 miliardi di euro contro la crisi economica. I dipendenti greci del settore pubblico e delle società a partecipazione statale dall’autunno prossimo saranno quindi chiamati a lavorare 40 ore settimanali invece che le 37,5 attuali.

MODERNIZZAZIONI – Il disegno di legge che sarà approvato dal Parlamento entro l’estate, oltre che al nuovo orario di lavoro, punta secondo il ministero a combattere la corruzione e la burocrazia nel settore e a ridurre il numero dei lavoratori del settore di 200.000 unità rispetto al 2009 e dei costi del 25%. Infatti con la nuova legge, secondo il ministero, i cittadini potranno utilizzare i propri computer da casa per ottenere diversi documenti come certificati di nascita oppure pagare le bollette senza andare a fare le file negli uffici governativi. Inoltre, con l’entrata in vigore della nuova legge, è previsto che nelle giornate «di punta» come lunedì e mercoledì alcuni uffici statali restino aperti al pubblico anche il pomeriggio. (Fonte: Ansa).

Corriere.it – 28 aprile 2011

 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top