Breaking news

Sei in:

Fornero ministro umiliato e i 188 dirigenti premiati d’ufficio

Da ministro «è stato umiliante» firmare per autorizzare il «premio massimo» per tutti i dirigenti del ministero. Lo ha detto la titolare del dicastero del Lavoro, Elsa Fornero, nel corso di un’audizione al Senato.

«Che tipo di selezione c’è se tutti hanno il massimo? — si è domandata —. Mi è stato detto che questi erano gli indicatori dati nell’anno precedente e che quindi potevo solo ratificare». Fornero ha aggiunto di aver più volte chiesto al ministro per la Pubblica amministrazione, Filippo Patroni Griffi, di intervenire: «Patroni Griffi — ha concluso — mi ha assicurato che sarebbe intervenuto». In realtà è da tempo che nella pubblica amministrazione si è abbandonata l’idea che la retribuzione possa essere differenziata dividendo i lavoratori nelle tre fasce di merito ideate dall’ex ministro Renato Brunetta. L’applicazione di quelle fasce fu sospesa dallo stesso governo Berlusconi e rinviata alla nuova tornata contrattuale. Tornata che non c’è mai stata, visto il blocco della contrattazione che vige nel pubblico impiego. Resta inspiegabile, come dice Fornero, che tutti i 188 dirigenti, valutati con i vecchi criteri, siano stati promossi a pieni voti.

Corriere della Sera – 7 novembre 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top