Breaking news

Sei in:

Il Pd parla veneto: niente paracadutati. Ecco le candidature

«Spalmati» i nomi in quota Bersani. Filippin: «Il territorio è stato ascoltato»

VENEZIA — Non c’è che dire, la base può cantar vittoria su tutta la linea. Certo, come sempre in questi casi ci sarà chi, escluso dalle posizioni blindate, avrà di che recriminare e si potrà sempre dire che a Porcellum vigente le uniche liste fatte bene sono quelle che dal primo all’ultimo posto schierano i candidati benedetti dalle primarie. E però se si tengono a mente le regole decise ad inizio dicembre, il verdetto della direzione nazionale di ieri non lascia grandi margini alle interpretazioni: il Pd non schiererà in Veneto alcun candidato che non sia originario di qui, con l’unica eccezione (forse) dell’alfiere del partito socialista, ed i vertici del partito hanno accettato di spalmare nelle liste i nomi inseriti in «quota Bersani», sottratti al confronto delle primarie,senza per forza riservar loro la testa degli elenchi. Due richieste che erano state avanzate con forza dai segretari provinciali nell’ultima direzione regionale e che erano state ribadite anche ieri, vigilia della decisione romana.

Il risultato lo potete leggere qui accanto. Al Senato, dietro la capolista Laura Puppato, si piazza al secondo posto il vincitore delle primarie veneziane, l’ex magistrato Felice Casson, quindi dopo di lui entrano il vice segretario nazionale della Cisl, Giorgio Santini, ed il segretario regionale Rosanna Filippin (cui va il merito di aver lottato con il coltello tra i denti nella capitale per respingere l’assalto dei paracadutati). Chiude l’elenco degli eletti sicuri, almeno a leggere i sondaggi, un altro incoronato dalle primarie, il sindaco renziano di Este Giancarlo Piva, ma l’eventuale vittoria al Senato (possibile, perché la compagine certo è carrozzata) potrebbe allungare la parentesi dei potenziali senatori democrat fino all’undicesimo posto, riaprendo le porte di Palazzo Madama, tra gli altri, al braccio destro della Puppato, lo storico Daniele Ceschin. Non sembrano invece esserci chance per l’assessore alla Scuola del Comune di Padova Claudio Piron.

Nella lista per la Camera, collegio Veneto 1 (Padova, Vicenza, Verona e Rovigo), il deputato uscente Alessandro Naccarato, vincitore delle primarie di Padova, si piazza alle spalle del capolista Davide Zoggia (responsabile degli enti locali del partito) e davanti ad Alessandra Moretti, vice sindaco di Vicenza entrata in «quota Bersani». Quindi ci sono il segretario di Vicenza Federico Ginato, il capogruppo in Provincia a Verona Diego Zardini e Giulia Narduolo dei Giovani democratici, tutti vincitori delle primarie. Gianni Dal Moro, deputato uscente e capo della segreteria di Enrico Letta, pur blindato, deve dunque accontentarsi del settimo posto. All’ottavo c’è il segretario di Rovigo Diego Crivellari (complessivamente i segretari provinciali in lista sono 4) Daniela Sbrollini, l’onorevole vicentino per cui negli ultimi giorni si erano spesi diversi circoli lamentandone il pessimo posizionamento in lista, viene fatta avanzare di una casella ed ora dovrebbe essere tranquilla. Nel Veneto 1, però, si registra il caso più spinoso: il segretario di Verona Vincenzo D’Arienzo, infatti, viene scavalcato al fotofinish, rispetto alla lista uscita dalla direzione regionale, dalla deputata Margherita Miotto, padovana, vicinissima a Rosy Bindi. In dodicesima posizione, l’ultima utile, c’è Filippo Crimi, in «quota Renzi» e però pure terzo alle primarie di Vicenza, mentre resta fuori, salvo miracoli, la giornalista di TeleArena Alessia Rotta, che giusto ieri si è vista respingere il ricorso tentato contro l’esclusione nel nome delle «quote rosa».

E chiudiamo con la lista per la Camera collegio Veneto 2 (Venezia, Treviso, Belluno). Qui per arrivare ad un nominato in «quota Bersani» si deve scendere fino al quinto posto, con il deputato uscente Andrea Martella (vicino a Veltroni). Dopo il capolista Pier Paolo Baretta, infatti, si incontrano tutti nomi ex primarie, dal segretario di Venezia Michele Mognato alle deputate uscenti Simonetta Rubinato e Delia Murer. Come loro, grazie alle preferenze ai gazebo decollano anche la capogruppo in Provincia a Treviso Floriana Casellato ed il sindaco di Ponte nelle Alpi Roger De Menech (il terzo dei tre renziani con Piva e Crimi), quindi si legge uno spazio riservato ai partiti più piccoli, che sostengono Bersani ma non sono in grado di presentare una lista a sé (leggasi i socialisti) ed il nome della veneziana Sara Moretto. Dietro di lei, dopo il trevigiano Giovanni Tonella, c’è il conterraneo Marco Stradiotto: senatore uscente, dopo il risultato deludente delle primarie e nonostante il sostegno di molti circoli, a meno di un exploit pare destinato a non tornare a Roma.

«Sono molto soddisfatta – commenta il segretario Filippin – in Veneto non ci sarà alcun paracadutato, il territorio è stato ascoltato ed i risultati delle primarie sono stati premiati. Le liste sono di grandissimo livello e ci permetteranno di giocarcela con il centrodestra anche al Senato».

Questi i nomi dei candidati del Pd in Veneto inseriti nelle liste per Camera e Senato, secondo dati diffusi dal Pd veneto:

Circoscrizione Camera 1 (Verona-Vicenza-Padova-Rovigo): 1. Zoggia Davide 2. Naccarato Alessandro (Padova) 3. Moretti Alessandra (Vicenza) 4.Ginato Federico (VI) 5. Zardini Diego (Verona) 6.Narduolo Giulia (PD) 7. Dal Moro Gian Pietro (VR) 8.Crivellari Diego (Rovigo) 9. Sbrollini Daniela (VI) 10. Miotto Anna Margherita (PD) 11. D’Arienzo Vincenzo (VR) 12. Crimì Filippo (VI) 13. Rotta Alessia (VR) 14. Camani Vanessa (PD) 15. Creazzo Luigi (VI) 16. Vallani Stefano (VR) 17. Corso Francesco (PD) 18. Salmaso Raffaela (RO) 19. Pesce Mariella (PD) 20. Duso Alessia (VI) 21. Foglia Federica (VR) 22. Pasquato Loretta (PD) 23. Carpenedo Alberto (VI) 24. Balzo Vanio (VR) 25. Nona Evghenie (PD) 26. Boaretto Chiara (RO) 27. Peroni Enrico (VI) 28. Albarelli Alessandra (VR) 29. Scremin Elisa (PD) 30. Prospero Luciano (VI) 31. Coati Marino (VR).

Circoscrizione Camera 2 (Venezia-Treviso-Belluno) 1. Pier Paolo Baretta 2. Mognato Michele (Venezia) 3. Rubinato Simonetta (Treviso) 4. Murer Delia (VE) 5. Martella Andrea (VE) 6. Casellato Floriana (TV) 7. De Menech Roger (Belluno) 8. Altri partiti 9. Moretto Sara (VE) 10. Tonella Giovanni (TV) 11. Stradiotto Marco (VE) 12. Zottis Francesca (VE) 13.De Nardi Barbara (TV) 14. Pavan Jessica (VE) 15.Dus Claudio (TV) 16.Populin Elisabetta (VE) 17. Visalli Irma (BL) 18. Molina Jacopo (VE) 19. Niero Claudio (TV) 20. Rizzetto Marco (VE).

Circoscrizione Senato (regionale) 1. Puppato Laura 2. Santini Giorgio (Vicenza) 3. Casson Felice (Venezia) 4. Filippin Rosanna (VI) 5. Piva Giancarlo (Padova) 6. Laugelli Emilia (VI) 7. Scapin Clara (Verona) 8.Ceschini Daniele (Treviso) 9. Negri Laura (Rovigo) 10. Bettiol Claudia (Belluno) 11. Busatta Stefania (VE) 12. Piron Claudio (Padova) 13. Ballico Meri (VI) 14. Salardi Alessandra (VR) 15. Viola Rodolfo Giuliano (VE) 16. Galbussera Marisa (PD) 17. Ponzo Keren (VI) 18. Benedetti Emma (VR) 19. Zanata Franco (TV) 20. Molena Pierangelo (VE) 21. Zaranella Fernando (PD) 22.Zanellato Angelo (RO) 23.Arena Carola (TV) 24. Garavaglia Maria Pia (VR). (Ansa)

9 gennaio 2013

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top