Sei in:

Istat. Lavoro: nel settore privato retribuzioni di aprile in crescita, +1,2% sul 2014. Variazione nulla per il pubblico impiego

Le retribuzioni contrattuali orarie aumentano ad aprile dello 0,2% rispetto al mese precedente e dell’1,2% nei confronti di aprile 2014. Lo rileva l’Istat, precisando che la variazione e’ nulla per il pubblico impiego, a causa del blocco dei contratti della pubblica amministrazione, mentre per il settore privato c’e’ una crescita tendenziale dell’1,6%. Gli aumenti maggiori sono per i settori energia e petroli (3,0%), gomma, plastica e lavorazione minerali non metalliferi (2,8%) e metalmeccanico (2,7%).

Contratti: si allunga attesa rinnovo, oltre 4 anni –  Ci vogliono in media oltre 4 anni di attesa del rinnovo per i lavoratori con il contratto scaduto, 49,1 mesi ad aprile, in deciso aumento rispetto al 2014 (28,3). Considerando solo il settore privato l’attesa è di 31,6 mesi. Con il recepimento degli accordi per il commercio e le agenzie recapiti espressi, sono in attesa di rinnovo 38 contratti (di cui 15 appartenenti alla pubblica amministrazione a causa del blocco della contrattazione) relativi a circa 5,4 milioni di dipendenti (di cui circa 2,9 nella p.a.).

La quota dei dipendenti in attesa di rinnovo è del 41,8% nel totale dell’economia e, restringendo l’analisi al solo settore privato, del 24,8%, in decisa diminuzione sia rispetto al mese precedente (44,4%) sia rispetto ad aprile 2014 (50,3%).

Ansa – 21 maggio 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top