Sei in:

Licenziamento illegittimo, da gennaio scatta il termine dei 60 giorni. Ecco le nuove norme per dipendenti e precari

1a1a17_collegato_lavoroMentre si discute accanitamente di contratti di ingresso e dell’ipotesi di sospendere per un triennio l’articolo 18 per le nuove assunzioni, con l’anno nuovo è scattata la norma che regola l’impugnazione del licenziamento ritenuto illegittimo. È infatti scaduta la moratoria dell’entrata in vigore dell’articolo 32 della legge 183/2010, il cosiddetto Collegato lavoro, che ha posticipato i nuovi termini per chi non aveva impugnato entro il 23 gennaio 2011. Ora dal primo gennaio scattano i nuovi termini che prevedono che l’impugnazione del licenziamento debba avvenire immediatamente o entro 60 giorni dalla comunicazione scritta del datore di lavoro. Rispetto al passato i tempi sono molto ristretti perché la decadenza poteva arrivare fino a cinque anni.

Tra l’altro la Corte costituzionale ha stabilito l’indennità massima in dodici mesi di retribuzione. Leggi tutte le novità nel servizio della Stampa

16 gennaio 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top