Breaking news

Sei in:

Nuovo ospedale Padova, Fondazione Cariparo apre: «Pronti finanziare l’opera»

Il banchiere Finotti: guardiamo al progetto con attenzione. «Come sempre, se e quando il territorio ci chiederà un qualche contributo, effettueremo le nostre valutazioni e, certamente, faremo la nostra parte».

Come sperato da Comune e Provincia, prima (in ordine di tempo) dal ministro Flavio Zanonato e poi dalla presidente Barbara Degani, il numero uno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Antonio Finotti, apre ad un possibile finanziamento del nuovo ospedale da parte di Palazzo del Monte. «Sin dalla nascita della Fondazione, vent’anni fa, il settore della Sanità riveste per noi grande importanza – aggiunge Finotti (che ha parlato ieri, al Centro culturale San Gaetano di via Altinate, a margine della presentazione del bilancio consuntivo 2012 dell’ente di piazza Duomo) – Quello del nuovo ospedale è un progetto significativo ed ambizioso, al quale, ovviamente, guardiamo con molta attenzione».

A Verona, fanno notare a Finotti i cronisti presenti, la Fondazione locale ha partecipato non poco (con almeno cento milioni di euro) alla realizzazione del nuovo polo chirurgico dell’ospedale di Borgo Trento: «Lo so bene – sorride lui – Le basi di quell’opera, però, sono state gettate più di dieci anni fa, quando il contesto economico era completamente diverso da quello attuale. E la capacità di spesa delle fondazioni bancarie era infinitamente maggiore rispetto ad oggi. Comunque, ripeto: se e quando il territorio ci chiederà un qualche contributo – spiega il presidente, fresco di riconferma per i prossimi cinque anni – effettueremo le nostre valutazioni e, certamente, faremo la nostra parte».

Parole, queste di Finotti, che sembrano fare il paio con quelle da lui stesso pronunciate, dieci giorni fa, a proposito dell’Auditorium progettato dal Comune in piazzale Boschetti e dell’eventuale finanziamento di 35 milioni di euro «promesso» dalla Fondazione Cariparo: «Non siamo noi ad avere altre priorità – ha sottolineato il numero uno di Palazzo del Monte – ma è il territorio che reclama altri interventi e noi dobbiamo esserne consapevoli». «Altri interventi», come (magari) il nuovo ospedale a Padova Ovest, collocato dal municipio in un’area privata lungo corso Australia, quasi di fronte allo stadio Euganeo.

Un’opera che la Regione ha deciso di costruire in project financing e che dovrebbe comportare una spesa complessiva di circa 643 milioni di euro, di cui 318 stanziati dal pubblico (sperando in un contributo statale ex articolo 20 e in un altro, chissà, della Fondazione Cariparo) e gli altri 325 invece dal privato.

Intanto, va anche registrato come, nel corso del 2012, l’istituto di piazza Duomo abbia dispensato (tra le province di Padova e Rovigo) 48,7 milioni di euro: 10,1 alla Ricerca scientifica, 10 alla Cultura, 10 al Sociale, 9,9 alla Sanità ed il resto tra Sport, Sicurezza alimentare ed Agricoltura di qualità. Un bilancio premiato con l’Oscar a livello nazionale.

Davide D’Attino – Corriere del Veneto – 10 giugno 2013

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top