Breaking news

Sei in:

Partiti traditi dal 2 per mille: solo 325 mila euro. Meno di 17 mila i contribuenti: Pd in testa con 10 mila sostenitori, seconda la Lega

Doveva essere, nelle intenzioni del governo Letta che lo varò, un sistema di finanziamento alla politica «in chiaro», trasparente e regolare. Ma, almeno nel primo anno di vita, la possibilità di devolvere il due per mille della propria dichiarazione dei redditi ai partiti si è rivelata un flop.

Secondo i dati pubblicati dal Sole24ore , infatti, nel 2014 sono stati raccolti — complessivamente — appena 325.711 euro e solo 16.518 contribuenti hanno deciso di finanziare un partito. In testa alla classifica c’è il Pd, con 10.157 contribuenti e 199.099 euro incassati. Molto dietro, tutti gli altri. La Lega è seconda (1.839 persone, 28.140 euro), Sel è terza per aficionados (1.592) ma quarta come gettito (23.287 euro), scavalcata da Forza Italia che ha molti meno contribuenti (appena 829) ma molto più «danarosi» (24.712 euro).

Un po’ quanto capita alla Sudtiroler Volkspartei, alla quale bastano 511 persone per mettere insieme 16.600 euro. Per tutti gli altri — Partito socialista, Fratelli d’Italia, Union Valdotaine, Scelta civica, Udc, Partito autonomista trentino tirolese (fanalino di coda: 39 contribuenti, 656 euro) — ci sono le briciole. E oggi, visto che siamo di nuovo sotto presentazione della dichiarazione dei redditi, sono tutti lì a chiedersi cosa è andato storto.

Secondo Marco Marsilio, tesoriere di FdI (510 sostenitori, 9.326 euro incassati) «la legge è tutta da rivedere. La gente non si fida di dire, di fatto, per chi vota. Se i dati del 2015 dovessero essere simili, va fatto un discorso generale sul finanziamento ai partiti». Anche per Roberto Calderoli, uno dei tre «amministratori» della Lega, «il problema è la forma di schedatura politica, visto che il voto dovrebbe essere segreto. E poi, un anno fa, la modulistica arrivò tardi». Chi si ritiene soddisfatta è Sel: «Quest’anno — dice Massimiliano Smeriglio, responsabile dell’organizzazione — puntiamo a raddoppiare le nostre entrate e abbiamo già avviato una campagna di sensibilizzazione tra gli iscritti. Non potendo fare cene da mille euro a testa, è l’unico sistema che ci rimane».

Ernesto Menicucci – Il Corriere della Sera – 6 aprile 2015 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top