Breaking news

Sei in:

Sanità, l’assistenza al Sud è carente, Lea garantiti solo al centro Nord. ‘Pronti a class action contro il ministero’

I livelli di assistenza essenziali sono garantiti solo nelle regioni del centro Nord. E l’associazione Dossetti annuncia un’azione legale a favore di chi sente leso il suo diritto alla salute

I cosiddetti “livelli essenziali di assistenza” (pronto soccorso, ricovero ordinario, day hospital e day surgery, lungodegenza e riabilitazione) sono garantiti in maniera efficace solo in nove regioni: tutte al Centro-Nord, con l’unica eccezione meridionale della Basilicata. È quanto emerge da un’indagine del ministero della Salute sul Servizio sanitario nazionale.

Nonostante sul portale web di Palazzo Chigi si legga che «fino a quando i livelli essenziali di assistenza rimarranno alla base del nostro sistema sanitario, nessuno potrà essere escluso dalle cure perché troppo anziano o bisognoso di prestazioni troppo costose», il governo italiano in realtà non ha aggiornato i livelli essenziali di assistenza come previsto dal decreto Balduzzi del 2012, e neppure il registro delle malattie rare.

Con il risultato, in quest’ultimo caso, che «migliaia di persone finiscono in balia di impostori e santoni che speculano sul loro stato di bisogno», denuncia il segretario nazionale dell’associazione Dossetti Claudio Giustozzi. L’associazione ha inviato una diffida al governo e sta organizzando un’iniziativa senza precedenti: una class action nei confronti del dicastero guidato da Beatrice Lorenzin, promossa da chiunque si senta leso nel proprio «diritto fondamentale alla salute».

L’Espresso – 28 marzo 2014 

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top