Breaking news

Sei in:

Schmallenberg virus, gli Izs possono effettuare i test diagnostici

Le procedure diagnostiche nel monitoraggio del virus di Schmallenberg vanno accelerate. Anche alla luce della richiesta di paesi terzi di garanzie con controlli sugli animali vivi e sui campioni di materiale seminale delle specie sensibili al Sbv. Nota Ministero

Per questo motivo il ministero della Salute, con una nota della Direzione generale Sanità animale inviata ai Servizi veterinari e agli Izs, dispone che d’ora in avanti tutti gli Istituti Zooprofilattici possano effettuare i test diagnostici finalizzati alla individuazione degli anticorpi circolanti (ELISA e SN) o in metodica PCR su campioni di materiale seminale e su campioni di sangue di animali vivi, ai fini dell’esportazione. Gli esiti dei test diagnostici devono essere trasmessi al Ministero della Salute e all’IZS di Teramo, Centro di referenza nazionale per lo studio delle malattie esotiche (CESMEd).

Il Ministero comunica inoltre che, sulla base dell’evoluzione epidemiologica o delle indicazioni della Commissione Europea, le disposizioni, emanate lo scorso 4 aprile, potranno subire ulteriori modifiche.

5 giugno 2012

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top