Breaking news

Sei in:

Bufera su selezione Dg Usl. Pettenò a Zaia: perché l’incarico a Praxi? Quali i requisiti per la scrematura?

1a1a1a_0a01aaa111petCon un’interrogazione alla Giunta il consigliere regionale della Federazione della Sinistra Veneta, Pietrangelo Pettenò, chiede di «sapere le ragioni per le quali si è proceduto all’affidamento “in economia” del servizio afferente alla valutazione dei curricula dei candidati direttori generali delle Aziende sanitarie e in base a quali requisiti verrà effettuata da Praxi la “scrematura” dei candidati tra i quali il presidente Zaia sceglierà i futuri direttori generali delle Ulss». Dopo aver ricordato l’iter che ha portato la Giunta regionale a scegliere la Praxi Spa, Pettenò ha fatto presente che la stessa impresa «è salita negli ultimi anni agli onori della cronaca per l’inchiesta “Parentopoli”, in cui sono state assunti senza concorso centinaia di persone nelle municipalizzate di Roma, … segnalate da politici, sindacalisti, manager»

Il Consigliere Fsv sottolinea che «il presidente Zaia ha spiegato che Praxi dovrà presentare a breve una rosa di candidati (tra le 278 domande presentate) che, secondo le sue valutazioni, siano idonei per ricoprire l’incarico di direttore generale delle Ulss, in modo tale che non ci siano «né raccomandati né amici di qualcuno, né persone legate alla politica». Da qui la richiesta di informazioni

il testo dell’interrogazione

QUALI GARANZIE DI PROFESSIONALITÁ PER L’INCARICO AFFIDATO A PRAXI? ZAIA RISPONDA E ASSICURI SULLA TRASPARENZA DELLE NOMINE DEI FUTURI DIRETTORI GENERALI

Presentata il 5 dicembre 2012 dal consigliere Pietrangelo Pettenò

Premesso che:

–       con deliberazione n. 1781 del 28 agosto 2012 la Giunta regionale ha disposto l’affidamento tramite una procedura di gara “in economia” del servizio afferente alla valutazione dei curricula dei candidati direttori generali delle Aziende sanitari, sulla base dei criteri stabiliti dalla L.R. 23/2012;

–       in data 24.10.2012, è stata data lettura della valutazione della commissione giudicatrice e sono state aperte le offerte economiche delle imprese che hanno superato il vaglio del giudizio tecnico, come da verbale agli atti del procedimento. Le risultanze della seduta pubblica di cui sopra sono le seguenti:

Impresa Punteggio Qualità       Importo Punteggio prezzo       Totale Punteggio

Praxi Spa                          30,00   € 38.599,00 (ribasso del 46,833%)   60,00   90,00

Dotto Research Srl            30,00   € 68.500,00      (ribasso del 5,647%)   10,66   40,66

RTC CI sas& Pegaso M.srl 32,00   € 48.400,00 (ribasso del 33,333%)   55,56   87,56

–       l’impresa Management Search srl non ha superato il vaglio tecnico e, nel rispetto delle disposizioni previste dalla lettera d’invito, è stata esclusa dall’apertura dell’offerta economica;

–       in base alle risultanze predette si è disposta l’aggiudicazione definitiva a favore dell’impresa Praxi S.p.A., per l’importo complessivo di € 38.599,00, IVA compresa, con Decreto del Segretario regionale per la sanità n. 24 del 25 ottobre 2012;

dato che:

–       Praxi S.p.A. è salita negli ultimi anni agli onori della cronaca per l’inchiesta “parentopoli”, in cui sono state assunti senza concorso centinaia di persone nelle municipalizzate di Roma: dalle indagini, sarebbe emerso che la ditta fosse una sorta di paravento per inserire nelle liste dei nuovi assunti le persone segnalate da politici, sindacalisti, manager;

–       nella Capitale, numerosi dubbi sono sorti circa la necessità o meno di affidare all’esterno le valutazioni sui candidati, visto lo scandalo che era scoppiato;

visto che:

–       il presidente Zaia ha spiegato che Praxi dovrà questa presentare a breve una rosa di candidati (tra le 278 domande presentate) che, secondo le sue valutazioni, siano idonei per ricoprire l’incarico di direttore generale delle ULSS, in modo tale che non ci siano “né raccomandati né amici di qualcuno, né persone legate alla politica”;

ciò premesso si chiede alla Giunta regionale di spiegare le ragioni per le quali si è proceduto all’affidamento “in ecomonia” del servizio afferente alla valutazione dei curricula dei candidati direttori generali delle Aziende sanitarie e in base a quali requisiti verrà effettuata da Praxi la “scrematura” dei candidati tra i quali il presidente Zaia sceglierà i futuri direttori generali della Aziende ULSS.

6 dicembre 2012 – riproduzione riservata

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top