Breaking news

Sei in:

Legge di stabilità. Dipartimenti di prevenzione, gravi effetti sugli assetti delle Asl. Allarme sindacati e società scientifiche

1a1a1a1a 0a0aaaaaaaaaaacosmedd non ci staPresa visione del testo della Legge di stabilità, bollinata dalla Ragioneria dello Stato e controfirmata ieri dal Presidente della Repubblica che ne ha autorizzato la trasmissione al Parlamento, le Società scientifiche Siti e Simevep e le Federazioni sindacali Fassid e Fvm, hanno posto con urgenza all’attenzione del Presidente della Repubblica, del Ministro della salute e dei Presidenti delle Commissioni Sanità di Camera e Senato, i gravi effetti che il comma 28 dell’art. 39 (Attuazione Patto della Salute 2014-2016) potrebbe determinare sull’assetto dei Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie locali. Le modifiche previste all’art. 7 quater, D.Lgs. 502/92 destano infatti forte preoccupazione dove  dispongono che le Regioni debbano individuare le sei strutture fondamentali dei Dipartimenti di Prevenzione come “complesse” in mera relazione ad una sostenibilità economica genericamente postulata ma non correlata ad alcun criterio di priorità nell’allocazione delle risorse. La lettera

L’art. 39 comma 28 intenderebbe quindi applicare generici principi di ipotetica sostenibilità economica provocando una probabile destrutturazione del fondamentale modello organizzativo del Dipartimento di Prevenzione che ha determinato nel tempo, con ulteriore conferma legislativa nel recente 2012, la costituzione di una aggregazione polifunzionale di strutture specialistiche complesse, efficace ed in grado di garantire con certezza, ora pesantemente minata, il soddisfacimento delle garanzie minime di prevenzione, salute e sicurezza alimentare; senza le quali si violano i principi costituzionali fondamentali in materia e contestualmente “si esce dall’Europa”.

Nella giornata di ieri il Presidente di FVM, Aldo Grasselli ha incontrato il Sottosegretario alla Salute, on.le Vito De Filippo, rappresentandogli le stesse preoccupazioni. Il Sottosegretario ha manifestato la propria disponibilità ad affrontare la questione.

24 ottobre 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top