Breaking news

Sei in:

Assunzioni straordinarie per emergenza orario lavoro Ue. La circolare del ministero con le indicazioni alle Regioni

medici frontEcco la circolare ministeriale con le indicazioni per Regioni e Province per ottemperare alle norme della Stabilità per la definizione dei fabbisogno di personale per garantire il rispetto della direttiva Ue sugli orari, le deroghe per i contratti flessibili e per attivare i nuovi concorsi. Piano per fabbisogno di personale per garantire il rispetto delle disposizioni dell’Unione europea in materia di articolazione dell’orario di lavoro, indicazione eventuale ricorso a forme flessibili di lavoro e piano per attivazione concorsi in relazione alle eventuali esigenze assunzionali emerse dal piano. Ecco che le indicazioni operative del Ministero della Salute alle Regioni per ottemperare alle misure previste dalla Legge di Stabilità in tema di personale. Nel documento del Ministero si chiarisce innanzitutto come le Regioni dovranno rilevare (per la stesura del Piano) il fabbisogno di personale necessario all’applicazione della legge n. 161/2014.

Con particolare riferimento alle aree dell’emergenza urgenza e della terapia intensiva e il fabbisogno di personale correlato alla riorganizzazione della rete ospedaliera e di emergenza urgenza effettuata ai sensi del DM n. 70/2015. Il piano deve essere corredato della relativa metodologia di calcolo.

Per quanto riguarda la deroga all’uso del lavoro flessibile in caso di criticità all’erogazione dei Lea in virtù delle nuove norme sull’orario di lavoro si prevede che le Regioni debbano comunicare l’eventuale ricorso alle forme di lavoro flessibili anche se già attivate. Tale comunicazione deve essere resa anche in caso negativo. Dovranno essere indicate il numero di unità reclutate; il profilo ricoperto; la tipologia di contratto e la relativa durata.

Per quanto riguarda la deroga ad attivare i concorsi molte sono le informazioni che vanno comunicate dalla Regioni su: personale ospedaliero, distrettuale e della prevenzione.

I piani (predisposti in formato PDF) dovranno essere sottoscritti dall’Assessore e dal Direttore  generale competenti per materia, e, per le Regioni in Piano di rientro e sottoposte a commissariamento, dalla struttura commissariale. Tali piani dovranno essere trasmessi entro il 29  febbraio attraverso il sistema documentale SiVeAS LEA da parte dei referenti Lea di ciascuna Regione, già abilitati all’utilizzo del suddetto sistema. Le tabelle dovranno essere trasmesse in formato excel.

Le Regioni Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Valle d’Aosta e le Province Autonome di Bolzano e Trento dovranno trasmettere la medesima documentazione attraverso la Posta Certificata all’indirizzo dgprog@postacert.sanita.it.

In ogni caso, in considerazione della necessità di definire standard di personale ospedaliero e territoriale a livello nazionale entro il 30 settembre 2016, le Regioni e le Province Autonome trasmettono le dotazioni di personale al 31/12/2014 entro il 31 marzo 2016. Le informazioni devono essere articolate secondo il dettaglio informativo sopra richiesto per il fabbisogno di personale, per le aree ospedaliera, distrettuale e prevenzione.

L.F. – Quotidiano sanità – 2 aprile 2016

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top