Breaking news

Sei in:

Debiti Pa. Arriva il decreto del Mef: stanziati 800 milioni per il pagamento di quelli del Servizio sanitario nazionale

soldipag 2Queste risorse sono finalizzate alla concessione di anticipazioni di liquidità in favore degli enti territoriali, per il pagamento dei “debiti certi, liquidi ed esigibili maturati alla data del 31 dicembre 2013”. Le Regioni interessate dovranno trasmettere al Mef, entro il 31 luglio 2014, un’apposita richiesta congiunta del Presidente e del responsabile finanziario.  Nuove risorse in arrivo per le Regioni per il pagamento dei debiti sanitari della PA. Il decreto del Ministero dell’Economia e Finanze n. 59700 del 15 luglio 2014, ha stanziato – all’articolo 1 – nella dotazione delle delle tre sezioni fondo per assicurare la liquidità per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili, la somma di 800 milioni di euro per assicurare la liquidità per pagamenti dei debiti degli enti del Servizio sanitario nazionale. Il decreto.

All’articolo 2 si sottolinea come tali risorse, siano finalizzate alla concessione di anticipazioni di liquidità in favore degli enti territoriali, per il pagamento dei “debiti certi, liquidi ed esigibili maturati alla data del 31 dicembre 2013, ovvero dei debiti per i quali sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento entro il predetto termine, nonché dei debiti fuori bilancio che presentavano i requisiti per il riconoscimento alla data del 31 dicembre 2013, anche se riconosciuti in bilancio in data successiva, ivi inclusi quelli contenuti nel piano di riequilibrio finanziario pluriennale, di cui all’articolo 243-bis del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, approvato con delibera della sezione regionale di controllo della Corte dei Conti”.

Ai fini dell’accesso all’anticipazione, all’articolo 5 si spiega che le Regioni interessate dovranno trasmettere al Ministero dell’economia e delle finanze, a pena di nullità, entro il 31 luglio 2014, un’apposita richiesta congiunta del Presidente e del responsabile finanziario. Infine, l’anticipazione da concedere a ciascuna Regione verrà stabilita con decreto del Mef, da emanare entro l’11 agosto. Entro e non oltre il 6 agosto 2014, inoltre, la Conferenza Stato-Regioni potrà individuare modalità di riparto diverse dal criterio proporzionale seguito dall’Economia.

Quotidiano sanità -22 luglio 2014 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top