Breaking news

Sei in:

IX rapporto Istat. Il tramonto dei dipendenti pubblici. In Italia sono diminuiti di 368mila unità in dieci anni

istatIn dieci anni i dipendenti della pubblica amministrazione, al netto dei militari e degli appartenenti alle forze di polizia, sono scesi di 368 mila unità (l’11,5%): erano 3.209.125 nel 2001, sono passati a 2.840.845 nel 2011. Lo afferma l’Istat che pubblica oggi i risultati del nono censimento `Industria e servizi, istituzioni e non profit: un Paese in profonda trasformazione´. Nello stesso periodo è diminuito, del 21,8%, anche il numero delle istituzioni pubbliche. Ciò grazie «a una serie di interventi normativi e di processi di razionalizzazione che – spiega l’analisi – hanno portato negli anni alla trasformazione di enti da diritto pubblico a diritto privato e all’accorpamento tra istituzioni diverse»

Più nel dettaglio, «sono i Comuni ad aver subito la più forte contrazione del numero di addetti (-10,6%), un po’ meno si registra nelle Regioni (-8,6%). Solo le Province, le Comunità montane e isolane e le Unioni di comuni hanno aumentato nel decennio i dipendenti (+11,3% le prime, +42,9% le seconde) in coerenza con l’aumento del loro numero (da 102 a 109 le prime e da 355 a 573 le seconde)». In Valle D’Aosta, Sicilia e Provincia autonoma di Trento è aumentato il numero degli addetti in rapporto alla popolazione. La diminuzione del personale dipendente (-24,8%) «si riscontra anche nelle Altre istituzioni pubbliche (Camere di Commercio, ordini e collegi professionali, università ed enti di ricerca). Significativa anche la contrazione (-14,2%) del numero di addetti negli Organi costituzionali, a rilevanza costituzionale e nelle amministrazioni dello Stato: Ministeri, Agenzie dello Stato, Presidenza del Consiglio». 

Il IX censimento generale dell’industria e dei servizi ha registrato 4.425.950 imprese attive al 31 dicembre 2011, con un aumento dell’8,4% sul 2001. Ha rivelarlo è l’Istat, che aggiunge come la crescita più consistente si sia verificata nel Sud (+12,2%). Gli addetti nello stesso periodo sono aumentati di circa 700 mila unità, con un forte incremento nel commercio. 

La Stampa – 12 luglio 2013 

Leave a Reply
 

Your email address will not be published. Required fields are marked (*)

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

site created by electrisheeps.com - web design & web marketing

Back to Top